Il design come fattore competitivo protagonista del programma di Montebelluna e Asolo del Festival delle Città Impresa.

Riprendo il comunicato che mi è appena arrivato.  il Nord Est accresce il suo ruolo nello sviluppo.

Dal 22 al 24 aprile a Montebelluna e Asolo, il Festival delle Città Impresa parte dal design come elemento determinante per l’ innovazione delle imprese e del territorio e affronta il rapporto tra percorsi creativi e processi produttivi. Un’intensa tre giorni, fatta di 10 incontri che raccontano sfumature e prospettive del design, dalla formazione alla comunicazione, dalla moda fino alla sostenibilità.

Il programma si apre il 22 aprile con un evento speciale proposto in occasione dei 60 anni della CISL. Centrato sulla cultura del lavoro e il ruolo sociale dei nuovi lavoratori, l’incontro vede la partecipazione del segretario generale Raffaele Bonanni, del ministro del lavoro e delle politiche sociali Maurizio Sacconi, della segretaria regionale Franca Porto.

La stessa sera, l’attore, autore e regista Marco Paolini presenta in prima regionale a Montebelluna il nuovo spettacolo composto per il festival, BISOGNA (la pellagra via sms).

Strategia e programmazione culturale sono i temi dell’incontro che accoglie l’intervento di Monica Amari, docente di Cultural Planning al Politecnico di Milano, Alessandro Isaia, responsabile comunicazione e marketing della Fondazione Torino Musei, assieme ai progetti deIla Fondazione Buziol ePordenonelegge.it.

Tra creatività e produzione, due tavole rotonde coordinate da Renzo Di Renzo convocano i progettisti e gli imprenditori del design. Accanto all’esperienza di innovative realtà aziendali come Magis, Foscarini, Bonotto e Lago, si confrontano tre designer apprezzati a livello internazionale, Denis Santachiara, Gabriele Schiavon, Jerszy Seymour.

Sul ruolo strategico dell’Università come risorsa e centro di ricerca per il brand design e la comunicazione, in sinergia con l’ impresa, si confrontano imprenditori, docenti dello IUAV, dell’École Normale Supérieure di Parigi e dell’Università di Genova, giovani ricercatori e designer, nell’appuntamento a cura Sbalchiero & Partners.

Un esempio concreto della sinergia possibile tra università e mondo produttivo sarà tracciato attraverso un progetto nato da un’inedita collaborazione traColdiretti Veneto e IUAV di Venezia. Con la presenza del presidente provinciale Coldiretti Fulvio Brunetta, il confronto su Agripod, pensato per favorire la tracciabilità dei prodotti agricoli, coinvolge Federconsumatori e le aziende Bisol e Jolly Sgambaro.

La nuova generazione di fashion designer, che si è formata nelle scuole di moda in Italia e all’estero, si incontra ad Asolo per confrontarsi sull’identità italiana nel panorama contemporaneo, in un incontro aperto da Maria Luisa Frisa, preside del corso di laurea Design della moda dello IUAV. Molte le presenze all’appuntamento con la nuova moda italiana, tra questi Gabriele ColangeloSergio  Zambon, fashion designer, il giornalista Angelo Flaccavento, Andrina Longhi, ad Agenzia Attila, Maria Narduzzi, ad Pier.

In chiusura di programma, Medardo Chiapponi, preside della facoltà di Design e Arti di Venezia, l’architetto e designer Aldo Cibic e il designer Isao Hosoe, assieme ai rappresentanti di Porsche Italia e Electrolux sono protagonisti della riflessione coordinata dalla presidente italiana di ADI, Luisa Bocchietto, per approfondire il contributo che il design può offrire alla sostenibilità.

Il programma della sezione Montebelluna-Asolo è disponibile sul sito www.festivaldellecittaimpresa.it dove è già possibile registrarsi per partecipare agli appuntamenti previsti.

Published by

Simone Favaro

Blogger, author, marketing and business networking strategist helping companies to build their online strategy and strong relationships using the social web.

What do you think about?