Spunti per un M5S+

Non se ne esce. Fintanto che si mantiene una non-organizzazione incentrata su Beppe Grillo, l’idea del M5S sarà destinata a fallire. Grillo è stato sicuramente la leva per portare l’idea al successo ma, se ora il movimento vuole crescere, è tempo di fare il salto di qualità.Il che non significa diventare un partito, ma che il movimento diventi effettivamente dei cittadini, delle persone.

Questa è la mia idea, sicuramente non completa e aperta a commenti e suggerimenti:

1. Realizzazione di un social network a cui potranno iscriversi i cittadini con le procedure indicate dal Non-Statuto e attraverso cui attuare la democrazia diretta interna per le votazioni, la scelta dei candidati e per tutte le attività del movimento. I costi di manutenzione di tale piattaforma saranno raccolti attraverso donazioni volontarie degli iscritti e attività di fund raising annuali da parte delle liste. Tutti i costi e i fondi raccolti saranno resi pubblici.

2. Costituzione di un comitato che diventi depositario e garante del simbolo e del non statuto. Tale comitato è nominato a cadenza periodica – attraverso il social network – da tutti gli iscritti al movimento.

3. Compiti del comitato saranno solo ed esclusivamente la verifica dei requisiti dichiarati dal Non-Statuto, come ente certificatore delle liste (funzione oggi “delegata” a Grillo e compagnia), e la gestione operativa della piattaforma web del movimento.

4. Non potranno essere nominati all’interno del comitato gli eletti o candidati nelle amministrazioni e tutti coloro che non posseggono i requisiti dichiarati dal Non Statuto

5. Le linee guida del Movimento saranno decise dagli iscritti attraverso una piattaforma partecipativa. Il Comitato avrà solo funzioni esecutive e in nessun caso potrà intervenire nelle linee guida se non approvate dagli iscritti,

6. Le attività “promozionali” e di fund raising sono fatte dalle singole liste territoriali o nazionali nel rispetto dei principi del non-statuto.

Cosa ne pensate?

Published by

Simone Favaro

Blogger, author, marketing and business networking strategist helping companies to build their online strategy and strong relationships using the social web.

What do you think about?