“Eliminare” i clienti

The value of relationship in social media

Di recente ho letto sulla Pagina Facebook di Ivan Misner uno status che finiva dicendo “quando i tempi sono duri, un cliente ti lascerà ma un amico non lo farà“. Questo mi ha portato a riflettere sul concetto di cliente e consumatore ai tempi dei social media e ne ho parlato in un post che ho scritto per SNID.

Se pensiamo ai social media come relazione, non possiamo definire la nostra rete “clienti”/”prospect”/”consumatori”. I termini, infatti, rientrano in uno schema transazionale e non relazionale. Il social networking, invece, è relazionale e non transazionale.

Di conseguenza pensare alla nostra rete con categorie transazionali, porta inevitabilmente a deformare lo strumento ottenendo quello che abbiamo sotto gli occhi tutti i giorni: basso engagement e tassi di conversione che non superano il 10%.

If you think that social media is about relationship, you have to ban “conumer” and “customer” from your business vocabulary. Both of them, indeed, are terms used in transactional environments where someone (a business) sells somthing (a product or service) to someone (customer/consumer). This kind of relationship is one-way-shot and no recursive. It’s “one-way” because it moves from a source to a target, and it is “one-shot” because usually it finishes when transaction has been completed.

[…] continua su SNID

Published by

Simone Favaro

Blogger, author, marketing and business networking strategist helping companies to build their online strategy and strong relationships using the social web.

What do you think about?