Delete Social Account

WordPress, Pinterest e Evernote: gli account impossibili da chiudere

Prima di aprire un proprio account su una piattaforma, sarebbe importante sapere anche le modalità di cancellazione. Spesso si da per scontato che ad ogni creazione esista sempre la possibilità di poter eliminare il proprio account ed i dati ad esso associati.

Sfortunatamente così non è.

Ad esempio sapevate che un account su Craiglist o su Evernote è impossibile da chiudere? Ebbene, si. Una volta creato il profilo su queste piattaforme niente può più essere rimosso. O meglio: niente può più essere rimosso automaticamente. Ad esempio su Evernote, l’unica  possibilità è cancellare manualmente tutte le note create ma il profilo viene mantenuto, anche se inattivo.

Lo stesso dicasi per WordPress. Anche qui l’account non può essere cancellato e l’unico modo per “svuotare” la propria presenza è di cancellare qualsiasi impostazione, blog, post che si sia creato.

E ancora Pinterest. Anche questo servizio non prevede la cancellazione dell’account, ma solo la sua disattivazione.

JustDelete.me – la directory che spiega come eliminare i profili

Just Delete Me

JustDelete.me è una directory che raccoglie i principali servizi su web ed indica il grado di difficoltà e la procedura per poter cancellare il proprio profilo sulle diverse piattaforme. I gradi di difficoltà sono indicati con i colori:

  • nero = impossibile
  • verde= facile (easy)
  • rosso=difficile (hard)
  • giallo=medio (medium)

Per ciascuna piattaforma, è riportato il link alla pagina del servizio che spiega come sia possibile (se lo è) cancellare il proprio account.

Si scopre così che, spesso, si offre la possibilità di disattivare il profilo, ma non di cancellare le informazioni ad esso associate che restano di proprietà dell’azienda che eroga il servizio. Si impara anche che in LinkedIN è facile cancellarsi e che per cancellare il proprio account su Amazon, è necessario inviare una email di richiesta.

Sarebbe il caso di porre qui degli standard. Alla fin fine i dati dovrebbero essere proprietà del singolo, o no?

Published by

Simone Favaro

Tecno entusiasta e umanista convinto. Mi occupo di marketing e comunicazione della tecnologia. Ho scritto un libro sul business networking e mi piace la divulgazione.

What do you think about?