A me gli occhi

Sentendo parlare di marketing persuasivo, mi sembra di assistere ad una lezione di ipnosi. Ma l’ipnosi, perchè funzioni, deve essere uno-a-uno: il primo che muove l’orologio e parla; il secondo, zitto, ascolta e si addormenta. Oggi mi pare un po’ impraticabile. E’ come se, restando nella metafora, l’ipnotizzatore muovesse il proprio orologio davanti a una … Continue reading A me gli occhi