91 discutibili tesi per un marketing diverso

 Non amo fare le markette, ma quando si trova in rete qualcosa di geniale è un reato non farlo. E’ il caso del libro di [mini]marketing “91 discutibili tesi per un marketing diverso“. In poco più di 30 pagine, distribuite in Creative Commons, Gianluca Diegoli con la sua verve caratteristica e uno stile alla cluetrain … Continue reading 91 discutibili tesi per un marketing diverso

Dal Tramonto all’Alba

Il mito di riportare in vita i morti è stato un leitmotiv dal Vangelo, a Mary Shelley, ad H.P. Lovecraft. Ridare vita a tessuti morti, ormai in necrosi, dove la vita ormai ha cessato di esistere… il sogno proibito dell’uomo. L’Italia e l’occidente in generale è oggi come quei cadaveri che qualche moderno Dr. Frankestein … Continue reading Dal Tramonto all’Alba

Virus Networking

Quando i social media possono divenire una minaccia per la sicurezza. Arriva Koobface, un virus che sfrutta facebook per diffondersi e che è in grado di accedere a dati sensibili del PC. clipped from atcherry.blogspot.com Koobface si diffonde via mail e inganna facilmente l’utente ignaro membro di Facebook.Come agisce Koobface? Semplice: il virus invia una … Continue reading Virus Networking

Scusate, è successo anche a me!

    Eh si, signori miei, è successo anche a me.   Avevo pubblicato un post sull’infoproduct citando come “best case” un blog (che ora non posso citare) e in cui sostenevo come, finalmente, esistesse un esempio Italiano di infomarketing degno di nota. A partire dall’osservazione di questo blogsite avevo isolato alcune caratteristiche che dovrebbe … Continue reading Scusate, è successo anche a me!

“Basta così, grazie!”

Ho ricevuto un messaggio su Facebook da Alex Badalic in cui si sfogava del fatto che non ne può più della quantità esagerata di suggerimenti di amici, richieste di adesione a cause, inviti a gruppi… “BASTA COSI’, Grazie” Recitava l’oggetto del messaggio. Un po’ lo capisco. Al crescere del numero di contatti le richieste diventano … Continue reading “Basta così, grazie!”